Il momento del raccoglimento

Come accade ogni volta che si verifica un disastro aereo sono apparsi in rete decine di “esperti” di aviazione che hanno già stabilito quali siano state le cause dell’incidente aereo che ha coinvolto i 2 Tornado della nostra Aeronautica.

Come se non bastasse ogni qualvolta ad essere coinvolti sono mezzi militari si levano le voci dei sedicenti pacifici che parlano di esercitazione di guerra volte a perfezionare le tattiche con le quali si sganciano ordigni di morte.
Visto che però non stiamo parlando di teoria ma di un evento purtroppo reale e luttuoso bisognerebbe cercare di pensare prima di scrivere.
Abbiamo più volte visto come l’inchiesta che riguarda un incidente aereo sia lunga e complicata. A 3 giorni dell’incidente dunque si può dire ben poco. Anche i testimoni oculari non sono affidabili. È provato che in presenza di un avvenimento tragico e molto rapido la maggior parte delle persone “crede” di aver visto qualcosa che in realtà non si è verificato esattamente come, in buona fede, lo riporta.
Anche nel caso dei 2 Tornado abbiamo chi dice che si siano toccati, che siano esplosi in volo, che andassero perpendicolarmente o uno in direzione dell’altro. C’è chi giura di aver visto dei paracadute e chi invece parla di aerei che si sono “infilati” dentro la montagna.
Quello che sappiamo è che 4 giovani professionisti dell’Arma Azzurra, tutt’altro alle prime armi, hanno perso la vita in un tragico incidente. Le cause le possiamo solo ipotizzare (errore umano, avaria, …) ma ad oggi non è opportuno azzardare ipotesi che, al momento, non possono che rimanere tali.
Questo è probabilmente il momento del raccoglimento ed è soprattutto il momento di tacere, soprattutto per chi, nei forum, nelle edizioni online dei giornali, parla senza avere una piena coscienza di quello che dice.

Leave a Comment